FILI D'AQUILONE
rivista d'immagini, idee e Poesia
Numero 2
aprile/giugno 2006

Cuore d'Africa


 
  CHI HA REALIZZATO IL NUMERO 2



Redazione

Alessio Brandolini (coordinatore)
È nato a Frascati nel 1958, ma da tempo vive e lavora a Roma, dove si Ŕ laureato in Lettere. Nel 1991 ha vinto la sezione inediti del "Premio Montale" con la silloge poetica L'alba a piazza Navona, edita nel 1992 da Scheiwiller (7 poeti del Premio Montale). Nel 2002 ha pubblicato la raccolta poetica Divisori orientali (Manni, "Premio Alfonso Gatto - Opera Prima"), nel 2004 Poesie della terra (LietoColle), poi anche in versione spagnola Poemas de la tierra (2004, LietoColle, a cura di Martha Canfield), nel 2005 Il male inconsapevole (Il Ramo d'Oro Editore). Suoi testi sono stati tradotti in diverse lingue e pubblicati su riviste italiane e straniere. Collabora all'Indice ed Ŕ redattore della rivista "almanacco del ramo d'oro" e della rivista web Fabruaria. Organizza incontri letterari, anche con il gruppo "I libri in testa" ed Ŕ nella giuria del "Premio internazionale di poesia Pier Paolo Pasolini".

alexbrando@libero.it
www.alessiobrandolini.it

Giuseppe Ierolli
Da un po' Ŕ nel suo secondo mezzo secolo di vita e, come ha sempre fatto, legge, ascolta musica classica e viaggia. Per guadagnarsi da vivere lavora in banca. I suoi contributi alla letteratura sono essenzialmente tre: un sito di incipit letterari; la traduzione di tutte le poesie di Emily Dickinson con note e commenti; l'organizzazione di incontri letterari con il gruppo "I libri in testa".

ierolli@hotmail.com

Ambra Laurenzi
È nata a Genova nel 1949, ma risiede da alcuni anni a Orvieto. Dal 1983 Ŕ fotografa professionista e realizza fino al 1988 servizi di fotografia industriale e still-life pubblicitari. Tra i suoi clienti ENI, CONI, Yale, Revlon, Poste Italiane. Dal 1988 si occupa di reportage collaborando con diversi editori ed Ŕ stata fornitore ufficiale dell'ENIT, per l'immagine Italia destinata al mercato estero, realizzando per lo stesso ente l'Agenda ufficiale del 1990. Pubblica il libro fotografico "Specchio di Urbino" ed espone mostre fotografiche personali e collettive in Italia e in Germania. È docente di Linguaggio fotografico e progettazione presso il Dipartimento di Fotografia dell'Istituto Europeo di Design, sede di Roma, e di Storia e linguaggio della fotografia presso la facoltÓ di Lettere e Filosofia dell'UniversitÓ di Trieste. Collabora, per la sezione fotografia, con la rivista culturale web Fabruaria e con il network di quotidiani on-line www.unn.it per la presentazione di autori e la recensione di eventi fotografici. Ha curato la presentazione di mostre fotografiche, sia di contenuto storico che di autori contemporanei a Roma, Orvieto e Trieste.

ambralaurenzi@yahoo.com

Collaboratori

Martina Bandinelli
È nata a Firenze nel 1981, dove si Ŕ laureata nel 2005 in Lingue e Letterature Straniere con la tesi di laurea La letteratura afrocubana dalle origini al periodo attuale (in uscita presso l'editore Campanotto). Collabora a riviste letterarie e ha tradotto testi di scrittori cubani, quali Nicolßs GuilllÚn, Miguel Barnet, Eloy Machado e Nancy Morejˇn. Ha partecipato a una conferenza sulla scrittrice cubana Mirta Yß˝ez insieme a Martha Canfield presso lo storico caffŔ letterario fiorentino "Le Giubbe Rosse". Nutre una forte passione per la cultura ispanoamericana e questo ha stimolato il suo interesse per vari aspetti del mondo latino, soprattutto caraibico, approfondito in un intenso soggiorno all'Avana ospite di una famiglia cubana. È inoltre appassionata di arte, musica e cinema.

martina.bandinelli@tiscali.it

Verónica Becerril
È nata a Vallodolid (Spagna) nel 1978, ma da alcuni anni vive e lavora a Roma. Laureata all'UniversitÓ Pontificia di Salamanca in Scienza dell' Informazione e Comunicazione Audiovisiva, sta frequentando Scienze Politiche nella UNED. Attualmente lavora presso l'Istituto Cervantes (dipartimento di cultura); collabora anche a Radio Vaticana, come redattrice e speaker nel notiziario e realizza diversi programmi sui diritti umani nel mondo. In Spagna ha lavorato nel campo televisivo come redattrice per TVE, T5 e A3. Scrive su testate giornaliste web come www.periodistas-es.org o www.locoporelcine.com e realizza cortometraggi a livello amatoriale. La sua vera passione sono i viaggi.

vbecerril@periodistas-es.org

Caterina Camporesi
È nata a Sogliano Rubicone (Fc) nel 1944. Lavora come psicoterapeuta, vive tra Rimini, la Garfagnana e Roma. Ha pubblicato quattro raccolte di poesie: Poesie di una psicologa (1982), Sulla porta del tempo (1996), Agli strali del silenzio (1999), Duende (Marsilio, 2003). È presente in varie antologie e con la silloge La sorte risanata in "La coda della Galassia" (2005, Fara Editore). GiÓ condirettrice della rivista La Rocca poesia e redattrice de Le voci della luna. Collabora a varie riviste, tra le quali La Clessidra, Atelier, Graphie, Clandestino, L'Ortica, Il parlar franco, Punto d'incontro, Poiesis con testi poetici, recensioni e saggi di psicoanalisi che riguardano i processi creativi.

camporesicaterina@interfree.it

Martha Canfield
Di origine anglo-italiana Ŕ nata a Montevideo nel 1949. Nel 1969 si Ŕ trasferita in Colombia, dove si Ŕ laureata all'UniversitÓ di BogotÓ e ha iniziato la sua esperienza come docente universitaria. Dal 1977 vive stabilmente a Firenze dove Ŕ professore ordinario di "Lingua e Letteratura Ispanoamericana" presso la FacoltÓ di Lettere e Filosofia. Scrive in spagnolo e in italiano e traduce in entrambe le lingue.
╚ autrice di quattro raccolte di versi in spagnolo: Anunciaciones (1977), El viaje de Orfeo (1990) e Caza de altura (1994) e Orillas como mares (2004) e di tre in italiano: mar/mare (1985, versione bilingue), Nero cuore dell'alba (1998) e Capriccio di un colore (2004, Le Lettere).
Ha pubblicato diversi volumi di saggi e monografie su autori ispanoamericani, fra i quali: GarcÝa Márquez, CÚsar Vallejo, Jorge Luis Borges, Julio Cortázar, Octavio Paz. Ha scritto due capitoli per la Storia della civiltÓ letteraria ispanoamericana (UTET, 2000).
Ha tradotto in spagnolo opere di Pasolini, Sanguineti, Magrelli, Bufalino...
Ha curato in italiano le singole opere poetiche di Carlos German Belli, Idea Vilariño, Jorge Eduardo Eielson, Álvaro Mutis e Mario Benedetti; l'antologia di narrativa Donne allo specchio. Racconti ispanoamericani fra Ottocento e Novecento (Le Lettere, Firenze, 1997) e una di poesia, Voces y luces. Poesia ispanoamericana attuale (Olivares, Milano, 1998).
Collabora con riviste nazionali e internazionali, in particolare con le fiorentine "Semicerchio", e "Collettivo R". È nella giuria del "Premio internazionale di poesia Pier Paolo Pasolini".

Antonella Ciabatti
È nata casualmente a Pisa, nel 1953, da genitori aretini. Seguendo le esigenze di lavoro di suo padre ha trascorso a Parma l'infanzia e la prima giovinezza. A 19 anni si Ŕ trasferita a Firenze, dove tutt'ora vive insieme a Federico, suo marito. Entrata giovanissima nella Pubblica Amministrazione, vi Ŕ rimasta per oltre vent'anni. Ha continuato a lavorare e studiare fino a laurearsi in Lingua e Letteratura Ispanoamericana con una tesi sulla poeta cubana Fina GarcÝa Marruz. Lavora con varie case editrici traducendo dallo spagnolo testi di narrativa, poesia e saggistica, per lo pi¨ di autrici e autori ispanoamericani contemporanei.

antonellaciabatti@hotmail.com

Giorgio Cosulich
È nato a Roma nel 1970, dove vive attualmente.
Diplomato presso il dipartimento di Fotografia dell'Istituto Europeo di Design di Roma, dopo un'esperienza nel campo della moda a New York, passa definitivamente al reportage fotografico nel 1998, dedicandosi all'approfondimento di storie e di temi di attualitÓ sociale in varie parti del mondo. Negli anni collabora con diverse agenzie fotografiche e attualmente Ŕ responsabile della sezione news&reportage per l'Agenzia Vision.
Ha realizzato servizi fotografici su incarico speciale della ComunitÓ Europea e delll'UniversitÓ La Sapienza di Roma.
Le sue foto sono state pubblicate da giornali italiani ed esteri, tra i quali Geo, Lousine Nouvelle, L'Espresso, The Magazine, People, Max, La Repubblica, Il Corriere della Sera, Internazionale, Zoom, Photo, Il Venerdý, D la Repubblica delle Donne, Colors.
Ha al suo attivo mostre personali e collettive

giorgio@vision-images.com
www.giorgiocosulich.com

Marco Dandrea
È nato a Borgo Valsugana, in provincia di Trento, nel 1974. Diplomato presso il dipartimento di fotografia del l'Istituto Europeo di Design di Roma, opera attualmente come fotografo free-lance.
Vive e lavora a Trento dove collabora per la sezione cronaca con l'"Adige" quotidiano indipendente del Trentino Alto Adige.
Particolarmente interessato al reportage sociale e geografico ha realizzato servizi fotografici in Birmania, Brasile, Turchia e Romania.

cotote@libero.it

Brigidina Gentile
Vive e lavora a Roma, dove Ŕ nata nel 1959. Laureata in antropologia culturale e lingua e letteratura ispanoamericana Ŕ "cultore della materia" presso la facoltÓ di lingua e letteratura spagnola dell'universitÓ di Tor Vergata. Pubblica regolarmente articoli e saggi su argomenti letterari, con particolare attenzione al mondo poetico latinoamericano. Ha collaborato come traduttrice con O.N.G. e riviste culturali specializzate. Oltre all'amore per la letteratura, nutre una forte passione per il cinema e ama in particolare le contaminazioni e le trasformazioni delle immagini, che nel cinema prendono vita cosý come nella cucina e nella letteratura.

brigidinagentile@yahoo.it

Giovanni Giovannini
È nato a Baselga di PinŔ nel 1977. Laureato in Scienze Forestali ed Ambientali frequenta il Dottorato di ricerca presso il dipartimento TESAF dell'UniversitÓ degli Studi di Padova.
È addetto alla certificazione forestale della provincia autonoma di Trento e collabora con la rivista "Dendronatura".

giovanni.giovannini@provincia.tn.it

Nicola Licciardello
È nato nel 1943 ed Ŕ cresciuto a Catania. Si Ŕ laureato a Trieste e ha partecipato all'esperienza beat. Giornalista, saggista, traduttore: Ginsberg, Snyder, Rimbaud, poeti latinoamericani (fra cui JosÚ Lezama Lima, Fina Garcia Marruz, Armando Romero, Haroldo de Campos); interventi in "Angelus Novus", "l'Immaginale", "Paramita", "Dharma", "Anterem", "Poesia", "Viceversa" (Montreal), "Semicerchio" (Firenze), "Italianistica" (SŃo Paulo). A Padova ha organizzato incontri con autori (Eugenio Miccini, Rosaria Lo Russo, Lello Voce), slam poetici, la Giornata Mondiale della poesia 2004 e 2005. Per Fermenti (Roma 1994) Ŕ uscita la sua raccolta di versi Il Ballo Immune; brani del suo CD Grazie alla terra sono presenti nel sito audio di letteratura italiana ilnarratore.com. Sviluppa un progetto trans-linguistico e sulla voce nel volume di prossima pubblicazione La gioia dell'impossibile. Pratica yoga e tai ji, e da poco si Ŕ trasferito in Maremma.

nicola.licciardello@libero.it

Jolka Milič
È nata nel 1926 a Sežana (in Slovenia), dove tutt'ora vive e lavora. Ha tradotto almeno una ventina di libri di poesia, che in gran parte ha anche curato. Traduce soprattutto poesia dall'italiano allo sloveno e viceversa. Nel 1999 ha vinto il "Premio Kosovel" per la traduzione della silloge Botticelli di Ivo Svetina. Nel 2004 Ŕ stata premiata dall'Associazione Artecultura di Trieste "per la sua preziosa e intelligente opera di ponte fra le letteratura di Slovenia e Italia". Nel 2005 le Ŕ stata conferita dal Presidente della Repubblica Ciampi l'onorificenza di Grande Ufficiale dell'Ordine della Stella della SolidarietÓ Italiana e dall'Associazione dei traduttori letterari sloveni di Ljubljana ha ricevuto l'ambito "Diploma Lavrin".

jolka.milic@siol.net

Vera Lúcia de Oliveira
È ricercatrice di Letteratura Portoghese e Brasiliana presso la FacoltÓ di Lingue e Letterature Straniere dell'UniversitÓ di Lecce. Scrive sia in portoghese che in italiano, tra i vari riconoscimenti il Premio di Poesia dell'Accademia Brasiliana di Lettere. È presente in antologie poetiche italiane e straniere. Ha pubblicato le raccolte di poesia: A porta range no fim do corredor (1983); Geografia d'ombra (1989); Pedašos / Pezzi (1992); Tempo de doer / Tempo di soffrire (1998); La guarigione (2000); Uccelli convulsi (2001); No corašŃo da boca / Nel cuore della parola (2003); A chuva nos ruÝdos (2004, Premio di Poesia dell'Accademia Brasiliana di lettere); VerrÓ l'anno (2005, Fara Editore). Ha pubblicato inoltre il saggio Poesia, mito e histˇria no Modernismo brasileiro (2002).

velucia@tin.it

Federico Platania
È nato a Roma nel 1971. È membro del gruppo letterario "I Libri In Testa". Nel 2003 ha iniziato a realizzare il progetto www.samuelbeckett.it. Ad aprile 2006 uscirÓ per Fernandel una sua raccolta di racconti dal titolo "Buon lavoro. Storie a tempo indeterminato".

federico.platania@virgilio.it